Muffa in casa?! Che fastidio, ma come risolvere?

la penombra odorava di muffa e umidità

Siamo forse ben disposti a immergerci nelle atmosfere fumose e nebbiose della Barcellona invernale che ci descrive Carlos Ruiz Zafon nei suoi romanzi e ci lasciamo anche appassionare dai versi di Tudor Arghezi “scritti sull’intonaco con l’unghia” nella poesia “Fiori di muffa”* ma… i romanzi sono romanzi e i versi che rimangano versi, per carità!

“In casa non voglio né umidità, né muffa!”

Tutti vorremmo muri sani e perfettamente asciutti, non sempre però questo avviene.

Le muffe sono dei microrganismi che fanno parte della famiglia dei funghi, si nutrono di sostanze presenti nell’acqua. Compaiono sotto forma di piccoli punti neri che progressivamente si sviluppano in macchie più estese.

Perchè si formano le muffe?

La loro presenza negli ambienti domestici può essere dovuta a diverse cause.

uffaPer esempio l’infiltrazione di acqua o la condensa che si crea quando il vapore acqueo, per un velocissimo cambiamento di temperatura, passa dallo stato areiforme a quello liquido, pensiamo al bagno, alla cucina o a infissi non adeguati.

Un’altra causa può essere lo sbalzo termico tra i muri troppo freddi e l’interno oppure una scarsa ventilazione o una insufficiente esposizione ai raggi solari.

La presenza delle muffe non si limita a provocare soltanto problemi estetici, non è certo piacevole convivere con sgradevoli macchie verdognole e nere sulle nostre belle pareti di casa, ma può mettere a rischio anche la nostra salute. Le spore di alcune muffe, se inalate, causano allergie e rilasciano potenti tossine che nei polmoni creano infiammazioni specie nei bambini.

Ma allora come possiamo difenderci da questa malefica muffa?

Preveniamo:

  • Apriamo appena possibile le finestre (ricordando, se è inverno, di abbassare contemporaneamente i termosifoni, altrimenti addio risparmio energetico!), una buona ventilazione aiuta molto. Inoltre una finestra aperta, se abbiamo una discreta esposizione, permette ai raggi solari di essere più efficaci.
  • Nel bagno o in cucina possiamo installare un semplice aspiratore che rimandi all’esterno il vapore che si crea.
  • Se progettiamo la sostituzione degli infissi prevediamo una finestra con la possibilità dell’apertura a vasistas che ci permette una circolazione di aria in tutta sicurezza.
  • Quando decidiamo di ridipingere le pareti, teniamo conto dell’esistenza di prodotti specifici concepiti per combattere la muffa come idropitture a base di sali minerali in grado di prevenire la formazione e contrastarne la presenza. Nella linea Solas – Vernici Naturali il prodotto giusto si chiama “Potente”. Possiamo anche addizionare i Sali di Boro alla normale idropittura Solas.
  • Possiamo anche pensare a soluzioni strutturali come cappotti all’edificio o altro. Anzi, c’è anche una pittura termica speciale … ne parleremo prossimamente!

Curiamo:

beppi-uffa

    Per chi deve intervenire in una ristretta zona della parete oppure ad esempio sul retro di un armadio esiste nella linea Solas “Uffa!”. Si tratta di un prodotto a base di sali di boro pensato proprio per l’utilizzatore “fai da te”. E’ molto facile da usare, pronto all’uso si spruzza e si lascia agire per 20 minuti dopodichè si pulisce con una spugnetta. la confezione contiene poco proprdotto prorpio con l’idea che si tratti di piccoli interventi. Il bello di Uffa! è che toglie la muffa ma ne previene anche la formazione.

Scarica qui la scheda tecnica di Uffa!

 

 

uffaCome vedete qualcosa si può fare e soprattutto usando prodotti non nocivi per l’uomo e per l’ambiente in cui vive. Se vi interessa sapere qualcosa di più su vernici, smalti e impregnanti senza derivazioni petrolchimiche ottenute con materie prime vegetali, noi e la Solas ci siamo.

Lasciamo dunque proliferare le muffe nei romanzi spagnoli, nei versi poetici e naturalmente… sul gorgonzola.

* Tudor Arghezi fu prigioniero politico nel terribile carcere di Bucarest

 

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 2 =