Piccola guida (per formiche) ai locali di Genova

Avete presente quando arriva un amico da fuori Genova che si affida a voi per sapere qual è il posto giusto dove mangiare, bere qualcosa o anche dormire? Beh, ecco questo è un elenco per chi dovesse chiedere consiglio alla formica.

Compaiono esclusivamente posti che conosciamo direttamente e in cui riconosciamo un po’ dello “stile formica”. Siamo infatti ben felici di segnalare e sponsorizzare il lavoro di persone che condividono le nostre stesse “piccole scelte”.

Ecco qui l’elenco, in ordine alfabetico:

Sono pochi? Speriamo che la lista cresca presto, perché abbiamo un bel po’ di posti ancora da provare, da scoprire e speriamo anche in nuove aperture!

 

Altrove

Piazzetta Cambiaso 1, Genova | tel. 010 975 3672 | www.teatroaltrove.it

Mangiare – Bere – Teatro – Cinema

Siamo nei vicoli, in una minuscola piazzetta tra la Maddalena e Soziglia. Ognuno ha i suoi riferimenti per arrivarci, io ad esempio so quando girare in giù da via della Maddalena tenendo come riferimento Jalapeno (tra l’altro ottimo locale di tapas gestito da Pietro e Zea, ma questa è un’altra storia).

Potete andare all’Altrove anche solo per restare per un po’ a bocca aperta e naso all’insù rivolti verso gli affreschi dello splendido palazzo che ospita il progetto culturale Altrove gestito da Arci e da tanti altri soggetti. Che roba pazzesca si può scovare in giro per Genova. Se noi genovesi siamo un po’ schivi forse è anche perché assomigliamo alla nostra città. Bellezza travolgente, da scoprire lasciando la strada principale.

Fuori dal mainstream è anche il menù del ristorante. Io e mia moglie ci siamo stati a festeggiare l’ultimo anniversario di matrimonio e non esito a consigliarvi di cenare anche voi all’Altrove, d’inverno all’interno mentre d’estate ai tavolini della bellissima piazzetta. Ottima cucina in cui riconoscere scelte importanti e coraggiose.

Sintesi:

Mangiare bene con ingredienti veri ed espressione del territorio e delle stagioni. Carta dei vini che quando l’ho vista mi è sorto un sorriso spontaneo di soddisfazione e mi sono rilassato ordinando una bottiglia del buon Camillo Donati.

 

Bar La Pausa

Via Assarotti 12/14 r, Genova | tel. 010 815613 | pagina fb

caffetteria – mangiare – bere

Ernesto (sullo sfondo io e Aurelio Del Bono)

Ernesto (sullo sfondo io e Aurelio Del Bono) fonte Facebook

Cercate un oste che vi guidi e vi porti a scoprire gusti e profumi sempre nuovi? Cercate un posto dove può capitare in un giorno qualsiasi di bere un bicchiere gomito a gomito con un vignaiolo preso da una discussione sull’evoluzione di un vino? Volete insomma sapere qual è un (il?) tempio dei vini naturali a Genova?

Entrate senza indugio nel bar latteria “La Pausa” in Via Assarotti. Si si, proprio lì dove in tanti dagli uffici del centro prendono un caffè o un panino al volo. Andate a trovare Ernesto, il proprietario, nel tardo pomeriggio. State attenti però potreste eleggerlo a vostra guida nel mondo del vino.

Sintesi:

Ernesto è un oste autentico, il bar “la Pausa” è un riferimento. “Giusto una lacrima” dice lui, ma si tratta di aprirsi a scoperte sempre nuove.

 

Ai Troeggi – Vino, birra e bruschetta

via San Lorenzo 57 r (street food) e via Chiabrera 61r (pub), Genova | tel. 349 455 5715 | www.aitroeggi.it

mangiare – bere – anche asporto

Andateci per mangiare una bruschetta che solo a pensarci mi vien l’acquolina in bocca accompagnata da ottimi vini o birre in un locale bello, super accogliente e di grande atmosfera.

troeggiUna delle cose che ho notato e che apprezzo molto frequentando i Troeggi è come Davide, Emanuele e Federico pongano estrema attenzione in ogni piccola scelta del loro lavoro:

treoggi2

dal tempo di cottura da chiedere al fornaio per la preparazione del pane per le bruschette a ogni singolo ingrediente che usano in cucina fino all’allestimento dei locali (tutto fatto da loro) e alla scelta delle stoviglie compostabili per il monouso.

Sintesi:

Giovani competenti che si giocano fino in fondo credendo che ogni sfumatura faccia la differenza. Per me questa è Bellezza. E i frutti si apprezzano tutti.

Per la sera vi consigliamo di passare in via Chiabrera mentre durante la giornata è aperto anche il locale in via san Lorenzo in versione street food “una brusca e via”.

 

 

Piuma

pizzeria – ristorante – panificio poco distante

A Genova abbiamo la fortuna di poter godere del lavoro di Alessandro Alessandri, punto di riferimento della panificazione naturale.

Mangiare nel ristorante – pizzeria che gestisce insieme a Marta è un viaggio alla scoperta di farine antiche macinate a pietra, lievitazioni naturali, lente e ingredienti selezionatissimi.

piumaImmaginatevi una sera d’estate, tavoli fuori, ancora col sale nei capelli e accaldati dal pomeriggio al mare (a 50 mt da qui), davanti una grisa stracolma (la pizza qui è “grisa”) e una bottiglia di Colfondo Casa Belfi 2014 che Alessandro ha voluto affinare un paio d’anni in bottiglia. Ciao, non c’è bisogno d’altro.

Piuma è anche un ottimo panificio in Via dei Mille. Da provare il pane dell’anno Mille.

Sintesi:

La sintesi questa volta la lascio a voi. Andateci, ma non accontentatevi di mangiare: chiedete ad Alessandro notizie sul suo lavoro, ne vale la pena.

 

Pomdeter

via Trebisonda 65, Genova | tel. 010 098 2960 | www.pomdeter.it | pagina fb

caffetteria – pranzi – asporto – ortofrutta

Da Pomdeter siamo di casa. I nostri due negozi sono praticamente uno di fronte all’altro un po’  come due cuginetti cresciuti insieme. Siamo complementari nell’offerta, con l’idea che i nostri clienti possano trovare sempre più accoglienza e prodotti utili nel raggio di pochi metri. Parlando di Pomdeter ci sbilanciamo e siamo decisamente partigiani, ma lo facciamo a ragion veduta.

Al mattino da Pomdeter c’è profumo di brioches e un caffè che non lascia indifferenti, a volte capita di fermare un attimo i discorsi per assaporarne il gusto.

pomdeterPomdeter è un’ottima cucina dove pranzare con ingredienti naturali, gustosi e accuratamente trasformati giocando tra tradizione e innovazione.

Durante tutta la giornata è uno dei banchi di ortofrutta biologica più belli e abbondanti di tutta Genova. Questo grazie al meticoloso lavoro di Emilio che cerca, conosce e seleziona produttori. Uno dei principali fornitori di Pomdeter ad esempio è Marco degli Orti di Staglieno, azienda agricola biologica genovese.

Sintesi:

La competenza è certamente alla base del lavoro di Pomdeter. Una competenza non certo prêt-à-porter ma che parte da lontano, frutto di passione e dedizione. In ogni aspetto di Pomdeter questa competenza vien fuori e fa la differenza.

Inutile dire che ogni cosa da Pomdeter è rigorosamente bio. Emilio è anche nel consiglio direttivo di Aiab Liguria.

A breve scriverò due parole anche su altri. Mi vengono subito in mente ad esempio La forchetta curiosa di Roberto Gillo o Macelli44 di Stefano Chellini (non è un ristorante ma vale comunque la pena).

[questo post è in continuo aggiornamento, usate pure i commenti per darci i vostri suggerimenti]

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × quattro =