Una fascia per amica

La prima fascia non si scorda mai.

Classica frase fatta? In realtà è proprio vero. Se penso a quanti ricordi abbiamo del nostro bimbetto portato stretto stretto quando era appena nato!

dsc_0029La nostra era una bella fascia morbida, rossa, regalata dai nostri amici Emi e Lucy che venendo da Milano si sa, sono sempre più avanti.

Quanto l’abbiamo usata quella fascia! Ci ha decisamente salvato abitando in una creuza non carrabile, senza ascensore e ci ha reso i primi mesi molto più agili che con il passeggino che ci avevano prestato, ma che è rimasto fermo in fondo alle scale del palazzo! Tirando tirando ci siamo fatti anche delle belle gite; col crescere del peso, però la nostra fascia in jersey non ce l’ha più fatta.

Anche le migliori fasce morbide* infatti ad un certo punto non riescono più a portare correttamente e ci si ritrova dopo poco il bimbetto malmesso e la nostra schiena che implora pietà.

È quello il momento di passare a una fascia rigida e poi eventualmente a un marsupio strutturato.

E la fascia che ci ha accompagnato in questi primi mesi rimane ferma nell’armadio inutilizzata. Certo, capita di prestarla ad amici per fargli scoprire questo modo di portare i bimbi, ma vi ho raccontato questa storia perché abbiamo un bel suggerimento su come far girare queste fasce a genitori che ne hanno proprio bisogno.

Conoscete Cicogna Sprint Onlus?

cicognasprint_logoÈ un’associazione che con grande forza e volontà è formata da genitori di bambini prematuri o che hanno avuto patologie particolari alla nascita ed hanno avuto il loro figlio o figlia ricoverati per un lungo periodo nel reparto di Rianimazione o Patologia Neonatale dell’Istituto Gaslini di Genova. Il loro lavoro è proprio di supporto alle famiglie. Vi confesso che ogni volta che parlo con Mascha (una delle mamme attive nell’associazione) o che leggo le pagine del loro sito non riesco a trattenere qualche lacrima per un misto di tenerezza e ammirazione per l’incredibile forza di questi bimbi e dei loro genitori.

Beh, Cicogna Sprint ha un progetto che si chiama “Una fascia per amica” che si pone come obbiettivo di

dare una fascia morbida a tutti i genitori di bimbi prematuri

perché possano continuare la marsupio terapia anche quando – finalmente – vanno a casa. Come?

Prestiamogliela!

Chi vuole può donare la propria fascia a Cicogna Sprint che la presterà ad altri genitori. Stare a contatto con la mamma è una delle cose che manca di più a un bambino prematuro, la fascia può essere di grande aiuto.cicognasprint_piedini

Potete portare la fascia che volete donare da noi qui in negozio e noi la daremo subito alla Cicogna Sprint per questo bellissimo servizio.

Ah, il 17 novembre è la giornata mondiale della prematurità.

Un buon modo per partecipare potrebbe già essere farsi un giro sul sito dell’associazione e dedicare cinque minuti alla lettura dei loro racconti. Chissà che poi qualcuno di voi non abbia voglia di sostenere l’associazione in un modo o nell’altro.

 

*Nota del precisino: Personalmente preferisco chiamare queste fasce “morbide”, ma si possono anche chiamare “elastiche”, l’importante però è che siano in cotone al 100% evitando quelle che contengono elastan o nylon, controllate l’etichetta.

 


Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 1 =