I tanti usi dell’aceto di mele (conosciuti e non)

Ho sempre pensato che un buon sistema per fare drasticamente ordine in casa è un bel trasloco oppure più semplicemente avere bisogno di un certo scaffale o di quella libreria e quindi, con energia e poco sentimento, svuotare, eliminare, buttare. Ma è proprio in questi casi che si scoprono o riscoprono libri, fogli e documenti dimenticati.

Ed è così che liberando il ripiano di una libreria in casa ho scoperto un vecchio documento di alcune pagine che mia moglie Emilia aveva ordinatamente riposto sotto un cumulo di libri. Si tratta di un estratto da un libro del 1988 su “Le proprietà terapeutiche dell’aceto di mele”. La lettura mi ha appassionato e mi sono sono stupito scoprendo quanti usi può avere l’aceto che io consideravo soltanto un condimento.

Ma guarda un po’ cosa si trova mettendo in ordine! “Le proprietà terapeutiche dell’aceto di mele”, un “antico” dattiloscritto del 1988.

Non solo un condimento, anzi!

Tonico per il viso

Antiage economico? Tamponandolo sul viso l’aceto di mele rallenta l’ossidazione cellulare e agisce anche contro l’acne e la pelle particolarmente grassa.

Gargarismi e risciacqui

L’aceto di mele è un ottimo rinfrescante del cavo orale, aiuta a combattere infiammazioni, afte ed è un buon rimedio anche contro l’alito cattivo.

Fa passare il singhiozzo: basta sorseggiarne lentamente un cucchiaino.

Depurante e antinfiammatorio

Pur essendo fortemente acido l’aceto di mele è un regolatore del PH all’interno del nostro organismo, aiuta ad espellere le tossine, a depurarci e disintossicarci. In caso di febbre alta si possono fare spugnature di aceto di mele sulla nuca e sui polsi, mentre si può massaggiare tiepido sulle articolazioni doloranti. Ecco quindi un antipiretico e antinfiammatorio. Sappiamo che il potassio è un elemento importante per il buon funzionamento dei muscoli e l’aceto di mele ne è una buona risorsa: per tutti i super sportivi. Grazie alla sua azione sulla flora intestinale riesce a dare giovamento in casi di stitichezza.

Combatte il colesterolo

E’ un beneficio cardiovascolare: perché aiuta a combattere il colesterolo e l’indurimento delle pareti venose ed arteriose.

Per i capelli

L’aceto di mele è anche un ottimo rimedio per capelli grassi, opachi o con forfora. Basta fare un risciacquo con l’aceto di mele dopo lo shampoo e frizionare per bene la cute, quindi passare un veloce getto di acqua freddo. Le frizioni con quest’aceto sono ottime anche per eliminare i pidocchi. Si può usare sulla punture di zanzare per evitare prurito e gonfiore.

Alla formica proponiamo l’aceto di mele biologico prodotto da
IL FRUTTO PERMESSO che utilizza antiche mele piemontesi e
procede con i metodi tradizionali partendo dal succo fermentato, il sidro, non il mosto, per acetificazione dell’alcool etilico e ottenendo così un
aceto di qualità superiore.

Lo sapevate che

L’aceto di mele migliore è quello non pastorizzato che rimane un po’ più torbido e dunque mantiene intatte le sue proprietà. Una cosa curiosa è che per fare questo aceto si utilizza della mela tutto, ma proprio tutto: polpa, buccia e torsolo, un vero prodotto ecologico!

Beh, pare sia proprio vero che una mela un aceto di mele al giorno toglie il medico di torno!

E pare che sia proprio utile continuare a riordinare librerie e scaffali…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + diciassette =